mercoledì 20 febbraio 2013

Venghino siori, venghino..... il 24 e il 25 febbraio



Venghino Siore e Siori..... si accomodino pure... sta per cominciare lo spettacolo più bello e interessante dell'anno...

il 24 e il 25 febbraio 2013, non mancate...

siete tutti invitati....

 entrino nelle nuove cabine elettorali come potete vedere nella foto..... rinnovate nei colori....

prego Siori e Siore.... esperte fattucchiere e

alchimisti della politica, vi diranno con certezza

il vostro destino.





   

........Ma che aspettate a batterci le mani, a metter le bandiere sul balcone.... sono arrivati i Re dei ciarlatani i Re dipinti sopra il carrozzone......

 (Dario Fo)

 

 

A parte le ultime incazzature per queste campagne elettorali, degne della miglior commedia all'italiana, che dire improvvisata è fare un complimento. Andare a votare è davvero importante, qui mica ci vuole il quorum....anche l'imbecille che vota il condono tombale deciderà il mio destino, quindi sarò la prima a presentarmi con la tesserina elettorale, mi turerò il naso e farò il mio dovere di cittadina.

 

 

 

 

2 commenti:

  1. Cara Floriana,
    ... si, anche io.
    Sono disgustato dalla campagna elettorale che abbiamo visto.
    Mi ha fatto vedere, come uno specchio, l'immagine degli italiani.
    Un'altra immagine è quella dei sondaggi.
    Sono preoccupato e spaventato.
    Ma anche incazzato e furioso.

    Puoi immaginare bene perchè.
    Un abbraccio, amica mia.
    (Sappi che mi manchi sempre)

    Piero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccione Pietro,
      sai in questi giorni abbiamo ricordato i nonni di mio marito che andavano a votare solo perchè avevano paura che gli togliessero la pensione. La nonna, non ci sentiva bene e dovevi urlarle per farti sentire. Immagina la scena dentro la sezione dove dovevano votare: lei dentro la cabina che gridava in dialetto: "Che si detto che tengo da votà?" Il marito rispondeva ad altissima voce: "Lo sorecchio, te so detto lo sorecchiooooooo". tradotto: sorecchio=falce. Mia nonna invece poverina era istruita dal parroco... "Mariuccia, mi raccomando, croce su croce, capito?" Com'era facile allora, vero Pietruzzo? Ora non ci sono più nè croci ne sorecchi.... siamo arrivati alla deriva. Dai coraggio, il 24 gridami forte da Roma che io ti sentirò.

      Elimina