mercoledì 7 ottobre 2009

Pensiero Positivo

Sono sempre stata attratta dai libri di psicologia motivazionale, questo blog si chiama traguardi per questo. Pubblicizzavo e-book e facevo network marketing per una casa editrice specializzata. Ho sempre creduto nella magia e nella potenza del sogno, nell'obiettivo trainante che ti fa migliorare in ogni campo. Ho letto decine di libri sull'argomento. Ma il blog è uno strumento in evoluzione, proprio come la nostra personalità, quindi cambia e cresce con te. Ho iniziato a raccontare di me naturalmente, come un diario, come una persona "senza pelle", che non trattiene le emozioni e le fa traspirare. A volte creando qualcosa, altre aiutandomi con lavori di altri, ricercati sempre per trasmettere me stessa. Ho cancellato i primi post perchè erano confezionati ad arte per "vendere" e io ho cambiato il mio "servo meccanico"

Ma questo vecchissimo post non l'ho cancellato:

Traguardo o sogno, desiderio, obiettivo, ecc....non è importante come chiamarlo ma è "fondamentale" definirlo nei minimi particolari.

L'essere umano per natura è guidato dagli obiettivi che si prefigge lungo l'arco della sua vita, ma sono mille poi le condizioni che favoriscono o impediscono la loro realizzazione, sicuramente una buona immagine di se stessi aiuta molto per raggiungere una meta.

Impariamo dai bambini: quando desiderano tanto qualcosa, ti descrivono minuziosamente il modello, il colore, quanto costa, dove l'hanno visto, ritagliano fotografie dai giornali e le appiccicano dappertutto, sognano ad occhi aperti, ne parlano in continuazione e....lo mettono al primo posto nella lista dei loro desideri.

La validità di un obiettivo descritto bene è provata: c'è un libro molto interessante che è un pò il padre di tutti i libri sulla crescita personale, si intitola "Psicocibernetica" scritto da Maxwell Maltz intorno al 1960, un chirurgo plastico che diventa psicologo aiutando i suoi pazienti a riscoprire il loro vero "io", applicando i principi di fisica e cibernetica alla psicologia.

Il dott. Maltz intuisce l'importanza di un'immaginazione "viva" per contrastare le "false credenze" dei suoi pazienti, che non miglioravano anche quando lui li sottoponeva ad interventi di chirurgia estetica, per rimuovere quei difetti che dovevano essere la causa della loro frustrazione.Così suggerisce una serie di esercizi pratici per riprogrammare la loro immagine e migliorarne la vita stessa.

Principio fondamentale è come funziona il nostro "sistema-guida" , come un servomeccanico che possiamo puntare su determinati obiettivi e che nel "subconscio" lavora per noi.Praticamente spiega "quanto è naturale per l'uomo l'istinto al successo, perchè a differenza degli animali che come traguardi hanno la loro sopravvivenza, l'uomo è dotato dell'immaginazione creativa che non è solo dei poeti o inventori, ecc.. ma è creativa in ogni cosa che facciamo".






Questo video per rispondere al commento di Piero

1 commento:

  1. Grazie per il regalo bellissimo.
    Alle volte ho l'impressione che mi conosci in profondità come nessun altro.
    Grazie per l'inno al Pensiero.

    In cambio ti regalo una citazione di Canetti, sempre sul pensiero. La trovo dolcissima e altrettanto vera:

    "Dall’equilibrio fra sapere ed ignoranza dipende quanto si è saggi. L’ignoranza non deve impoverirsi con il sapere. Per ogni risposta deve saltar fuori – lontano e apparentemente non in rapporto con essa – una domanda che prima dormiva appiattata. Chi ha molte risposte deve avere ancora più domanda. Il saggio rimane bambino per tutta la vita, le sole risposte inaridiscono il corpo ed il respiro. Il sapere è arma unicamente per i potenti, non c’è nulla che il saggio disprezzi più delle armi. Egli non si vergogna del suo desiderio di amare più persone di quante conosca; e non si separerà mai, per superbia, da tutti coloro di cui non sa nulla."

    Il pensiero indaga, cerca, si interroga. Non conosce sosta nè stanchezza. E' come la curiosità, l'ingordigia, la bulimia.
    Ma Canetti, nel miscelare il cocktail fra sapere e ignoranza, mette insieme gli ingredienti del Pensiero.
    Se ci aggiungi i sentimenti, ottieni lo Spirito.
    Se ci aggiungi la responsabilità dell'esistere, ottieni l'Anima.
    Se ci aggiungi la coscienza di esistere, ottieni la Vita.

    Un abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina